Crolla vince il derby britannico

boxe news

Panoramica europea
Interviste
Libri di Boxe
Crolla vince il derby britannico

I leggeri sono una divisione indubbiamente competitiva in questo periodo, numerosi ottimi pugili accompagnati da qualche campione e 1-2 fuoriclasse. In questo panorama come si prevedeva molto bello il match di ieri sera dalla Manchester Arena tra Anthony Crolla (+32 -6 =3, 13ko) e Ricky Burns (+41 -7 =1, 14ko). I giudici hanno dato la vittoria al padrone di casa Crolla dopo un match dalle fasi alterne molto apprezzato dal competente pubblico britannico.

 

Competitivo fin da subito, scontato quanto due guerrieri britannici sono nello stesso ring a contendersi la vittoria, nel match si sono susseguiti alterni momenti già nella prima ripresa. Ai colpi lunghi di Burns hanno fatto eco gli attacchi a due mani di Crolla da distanza media e ravvicinata; l' ottimo uso del jab dell'ex iridato di sigla nei superpiuma e leggeri ha cercato di tenere a bada l' irruenza di MillionDollar Crolla ed il piano tattico è sembrato dargli ragione quando quest'ultimo ha faticato a trovare la via del colpo duro, invero non spessissimo ma Burns non aveva molte altre strade.

 

lo scozzese ha vissuto i suoi migliori momenti quando ha vestito i panni dell' incontrista, per la maggior parte del confronto. I continui spostamenti sulle gambe accompagnati dal rapido jab spesso doppiato dal diretto destro hanno fatto faticare l' avversario a trovare la distanza: l'instancabile Crolla quando riusciva a trovarsi nel raggio d'azione era comunque spesso troppo vicino per poter mettere a segno colpi efficaci, ma la mole di lavoro è stata sempre alta.

 

Un gran diretto destro di Burns sull'attacco dell'avversario nel corso della quarta ripresa è sembrato scuotere momentaneamente Crolla, il quale comunque ha sempre guadagnato qualche buon momento venendo avanti e portando numerosi colpi corti.

Con il passare dei minuti Burns si è fermato più spesso, e questo oltre ad alzare il ritmo del confronto ha permesso all'avversario di lavorare meglio. Non che abbia pagato dazio in questa nuova fase, il match è stato equilibrato dall'inizio alla fine come abbiamo gia evidenziato, il pubblico ha però gradito il continuo vivacizzarsi della sfida.

 

Quando è ritornato a far lavorare il jab ed i colpi lunghi Burns ha ritrovato il vantaggio tattico a nostro avviso, anche se realisticamente nei momenti giocati testa a testa Crolla non ha mai avuto una supremazia netta. Da segnalare un gran montante destro dello scozzese durante la settima ripresa, assorbito senza battere ciglio dall' avversario.

 

Con il susseguirsi dei round il match ha vissuto ancora momenti molto competitivi, molto bella l'ottava ripresa probabilmente vinta da Crolla con un ottimo inzio a cui Burns ha risposto spingendo soprattutto nella parte concusiva.

MillionDollar è venuto maggiormente fuori nell'ultima parte di confronto per noi, sempre belle ed efficaci le sue combinazioni da corta distanza a cui Burns ha fatto eco in maniera meno veemente rispetto alla fase iniziale.

 

Al suono dell'undicesimo gong Carl Froch aveva in vantaggio Crolla di un punto, avendo visto l' ottavo round pari con la prima parte assegnata per la maggiore a Crolla e l'ultima a Burns. Un po' diverso l' andamento secondo il nostro avviso, pur competitivo il match aveva ancora per noi leggermente in vantaggio Burns.

Molto equilibrati anche i champioship rounds da dividere equamente tra i due, con l'undicesimo per Crolla ed il dodicesimo per Burns.

 

Alla fine i giudici hanno dato la vittoria a Crolla: 116-113, 117-112, 116-114 il responso dei cartellini. Per nostro conto Burns avrebbe meritato qualcosina in piu.

 

Foto tratta da skysports.com

 

Ciro Incarnato
08/10/2017 – 11.24